Che bello masticare!

Il nostro cucciolo morde e mastica? Perchè?

La masticazione è un’attività estremamente importante per i cani e contribuisce profondamente al loro benessere psicofisico. Masticare infatti permette non solo un’igiene completa del cavo orale ma favorisce anche la muscolatura della mandibola oltre a fornire un senso di appagamento e di benessere al nostro amico a quattro zampe. Purtroppo molto spesso vengo contattata da proprietari che non riescono a capire l’importanza che ha la masticazione per il loro amico.

Un cucciolo che saprà gestire bene l’uso della bocca scaricando su oggetti da masticare avrà meno bisogno di mordicchiare oggetti indesiderati.

Iniziare bene: in allevamento

Nella maggior parte dei casi i cuccioli vengono svezzati partendo da mousse, omogeneizzati o da crocchette inumidite. Personalmente preferiamo iniziare subito con cibi di consistenza densa e dopo pochi assaggi passare a diversi tipi di macinato di carne, con aggiunta di liquidi come acqua o latte di capra; in seguito, con lo sviluppare di competenze e cambio dentizione, si passerà a cibi prettamente solidi e di consistenze via via più complesse.

Si presuppone che i cuccioli siano pronti per iniziare lo svezzamento quando la mamma, avvertendo la necessità, rigurgita loro del cibo precedentemente masticato ed ingerito. La dentizione avviene circa intorno alle tre settimane, periodo che coincide infatti con l’inizio dello svezzamento.

I cuccioli di cane, nascono senza denti e poi, dalla seconda o terza settimana di vita iniziano a mettere i denti da latte.

Come accade nei bambini, il processo di dentizione può essere molto doloroso per un cane. Provoca infatti fastidio e dolore alle gengive che, il cucciolo cerca di alleviare mordicchiando.

L’intero processo avviene una prima volta per la crescita dei denti da latte e una seconda volta, con il cambio dei denti e la formazione di quella che sarà la dentatura definitiva da cane adulto. I sintomi della seconda fase di dentizione sono facilmente riconoscibili infatti ad accompagnare il cambio di denti potremo notare il classico sanguinamento e gonfiore delle gengive.

In cosa consiste la masticazione? Perchè è così importante?

La masticazione è la suddivisione meccanica degli alimenti prodotta dai denti. L’atto masticatorio è una successione di atti riflessi provocata dalla presenza del bolo alimentare nel cavo orale.

L’utilizzo della bocca da parte del cane non è solo volto all’alimentazione ma viene anche utilizzata durante la fase di esplorazione e di sperimentazione. Il cucciolo che morde, in realtà inizia attraverso la bocca a conoscere oggetti, nuove superfici, e l’utilizzo di questo canale diventa fondamentale per migliorare le proprie capacità e competenze. 

Un cane che mastica sarà più felice ed appagato per via della produzione di endorfine, neurotrasmettitore che funge da antidepressivo naturale. Un’intensa attività masticatoria aumenta anche i livelli di serotonina “ormone del buonumore” che, agendo sul sistema nervoso centrale migliora l’appetito, la memoria e l’apprendimento. Inoltre provoca un abbassamento del cortisolo nel sangue e dell’adrenalina generando così uno stato di rilassamento.

Riassumendo la masticazione è importante quindi per riequilibrare l’assetto emozionale fisico, mentale tipico di un predatore.

Il cucciolo a casa

Quando arriva un cucciolo in casa, i danni dovuti alla masticazione continua sono da mettere in preventivo. Ciabatte, scarpe, oggetti, angoli dei divani, stipiti delle porte… in alcuni casi il nostro cucciolo potrebbe tentare di mordere qualsiasi oggetto che sia alla sua portata.

Molti proprietari erroneamente, interpretano questo accanimento su oggetti come un dispetto. Generalmente però esprimono solo un infinito bisogno di appagamento e un tentativo di alleviare lo stress o fastidio fisico.

Perchè il cucciolo morde?

I cuccioli sono anche inevitabilmente curiosi e necessitano di scoprire l’ambiente circostante attraverso i loro sensi, in particolare tramite l’olfatto e il gusto. Questo comporta ovviamente l’utilizzo della bocca per soddisfare mordicchiando la loro voglia di esplorare il mondo e tutto ciò che li circonda. Quindi se il vostro cucciolo morde non sempre lo fa con l’obiettivo di farvi male o fare dispetti ma molto probabilmente si tratta di una fase del suo sviluppo psicofisico.

L’ansia da separazione, la noia e lo stress, inducono il cane alla masticazione compulsiva, cosi che il rilascio di endorfine possa dargli un senso di calma. 

È quindi importante non arrabbiarsi con il nostro cucciolo se morde, bensì prepararlo a una masticazione guidata, attraverso la quale gli insegniamo cosa è possibile masticare e cosa invece no.

In questo modo, oltre a limitare la possibilità di danni irreparabili a giro per casa, limitiamo anche il rischio che il nostro amico subisca dei problemi di salute a causa dell’ingerimento di sostanze nocive, tossiche o non commestibili. Ad esempio l’ingerimento di plastica o spazzatura, possono portare a vomito, gastrite e anche a un molto più invasivo intervento chirurgico per la rimozione del corpo estraneo dallo stomaco.

Ma come insegnare al cucciolo cosa può effettivamente masticare?

La prima cosa da fare è quella di fornire al cane l’opportunità di sperimentare con la bocca. Sembra una banalità, ma tutti i cuccioli necessitano di conoscere e sperimentare. La nostra scelta è di iniziare già dallo svezzamento a fornire consistenze differenti e guidare i futuri proprietari a una scelta consapevole del regime alimentare. Consigliamo, ma non obblighiamo, i proprietari di continuare l’alimentazione che abbiamo scelto per i nostri cani, la Barf, quale via preferenziale.

Da subito diamo l’opportunità ai cuccioli di giocare con oggetti di diverse consistenze, giocattoli “sicuri” per cani o per bambini (prima infanzia). Utilizziamo anche altri oggetti sicuri di diverso genere (contenitori, bottiglie o vecchie ciabatte). I cosiddetti masticabili, come ad esempio la carne essiccata o il kong, invece non vengono proposti precocemente, sostituendoli con alimenti freschi che i cuccioli possono testare in sicurezza in allevamento (teste di coniglio, zampe di gallina, cartilagine e trachee di bovino). 

Appagare il bisogno di masticare è sufficiente per avere un cucciolo sereno?

Fornire al nostro cucciolo un masticabile da mordere non è però sufficiente se il cane non è seguito negli altri suoi bisogni. Talvolta i cuccioli masticano mani e piedi, attirati dal movimento o cercano di fermarci mordicchiando i nostri piedi. 

Provate a giocare con il cane e ad impegnarvi a capire se ha davvero solo bisogno di masticare qualcosa o se vi sta cercando di comunicare altro. Riempire i cani di masticativi come un genitore sommerge un figlio di giocattoli per compensare la propria assenza nel quotidiano, non farà del vostro piccolo amico a quattro zampe un cane per forza sereno. 

La figura di un buon allevatore o di un educatore che vi permetterà di comprendere le motivazioni profonde del vostro cane, si rivelerà fondamentale.

Infine condividere con il proprio cane il momento della masticazione è socialmente importante e renderà il cucciolo soddisfatto. Non leviamo mai senza un motivo valido qualcosa di bocca al nostro cane per il mero scopo di stabilire ranghi e gerarchie, questo è assolutamente deleterio per il rapporto che si sta instaurando.

E gli adulti?

Conclusa la dentizione permanente, via via il cane ha meno necessità di masticare per ottenere sollievo alle gengive, ma permane in genere il bisogno di masticare.

Masticare va ad agire direttamente sul sistema nervoso, migliorando l’umore, rendendo il cane più sereno ed è per questo che è necessario fornire opportunità di masticazione anche al cane adulto. Nel corso del tempo si possono variare quantità e consistenze degli snack masticabili.

Come scegliere il giusto masticabile?

Scegliere il giusto masticabile per il nostro cane dipende da alcuni fattori, ad esempio la grandezza del cane, la sua età e anche dai suoi gusti personali.

Inizialmente possiamo provare con prodotti appetibili ma più friabili, in modo che non si demoralizzi e non si senta frustrato perché non riesce a masticarlo. Piano piano, poi, possiamo comprargli masticabili sempre più duri e resistenti. Seguiamo le inclinazioni del cane.

Importantissimo è optare sempre per masticabili pensati esattamente per il cane privi di coloranti, appetizzanti e sale. Sconsigliamo la pelle di bufalo lavorata e confezionata, gli snack colorati e le ossa di prosciutto confezionate, nonché gli snack pieni di cereali.

I materiali in cui devono essere composti i masticabili giocattolo invece non devono essere tossici, di plastica morbida o formati da materiali che possano ridursi in piccoli pezzi o contenere piccoli pezzi facilmente ingeribili come ad esempio i sonagli dei peluches.

Via libera invece a carne essiccata, ossa di pelle di manzo, corna di cervo, ossa di pelle di manzo ripiene, pelle o orecchie di maiale essiccate oppure una bellissima ed economica… carota!

Qualche piccolo consiglio per il vostro “shopping” ??


Condividilo su: