Una giornata di formazione con Alexa … Il gioco sociale e imparare a insegnare

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Altro weekend di lavori di casa? No grazie. Eccomi, anzi rieccomi e aggiungo finalmente, seduta ad ascoltare Alexa Capra in mezzo a un prato circondata da persone che la pensano come me.  E’ passato davvero troppo tempo dall’ultima volta che ho frequentato un corso/seminario Gentle Team che mi sembra una vita fa.

Sono ospite del Centro Cinofilo Dogs Inc, a Pianiga (VE), conosciuto grazie alcune amiche dal Friuli Venezia Giulia che hanno partecipato a diverse attività  presso questo centro.  In cuor mio avrei voluto portare con me Stefano: avrebbe meritato davvero una full immersion alla scoperta di cose che spesso io do per scontate. Con tanto impegno lui cerca di catturare tutto il possibile durante le mie frettolose spiegazioni circa la lettura dei cani, ma chiaramente non basta… a casa sono una pessima insegnante e inoltre scopriamo  l’evento on line quando i  posti disponibili sono già pochini. E così decidiamo che non posso perdere questa occasione di aggiornarmi. Decidiamo che parteciperò sola mentre Stefano prosegue con la ristrutturazione a casa.

Sono le 8.00 del primo giorno e durante gli inutili percorsi che il navigatore mi propone insistendo per  farmi imboccare l’autostrada (che io tento di evitare) cerco di non innervosirmi per il bene mio e di “bimbo” e rifletto: pur di ascoltare Alexa mi sono iscritta a un seminario sul gioco.. per Bacco! I miei cani non giocano con oggetti e forse non è giusto chieder loro di esser ciò che non sono.. cosa sto andando ad ascoltare?” e di contro “forse non dovrei pensare sempre focalizzandomi sui miei nordici, c’è anche Spaz, meticcio di casa.. e tanti cani e proprietari che si affidano a me. Non può che essere istruttivo. Marta! Apri la mente!”. Questo troppo pensare mi fa distrarre dai zig zag nel traffico e puntuale arrivo a Pianiga.

siberian_husky_black_charm_alexa_capra_dogs_inc_05

L’ambiente che si respira è piacevolmente familiare e l’argomento mi assorbe completamente: poco importa se gli huskies non giudicano divertente predare una pallina o condividere una treccia, i miei occhi sono tutti per i cani in campo e la mia attenzione al significato di quanto Alexa spiega.

Il percorso di educazione gentile che ho intrapreso è segnato già da un po’ oramai, ma  la consapevolezza di ciò che osservo  e quanto riesco a elaborare oggi che ho una maturità diversa, viaggia davvero velocemente.

siberian_husky_black_charm_alexa_capra_dogs_inc_02

Si parla di gioco, giocattoli, competizione e condivisione, posture degli attori (cane e uomo), richieste e aspettative reciproche.. e ancora dei contesti e dell’ambiente. Le domande sono tante (ma per me sempre troppo poche).  Emergono i conflitti tra cani e proprietari e poi si affronta il mondo della comunicazione canina.. penso: “quante cose”.. e dovrei già saperle tutte.. e invece no. Non esiste pensare di essere arrivati, di sapere, perché  tutto si evolve e così la mia osservazione dei cani trova nuovi spunti di riflessione. Sì, sono quella con un sacco di huskies e faccio domande da huskista, ma oggi posso guardare dal di fuori ed essendo parte uditore, posso concentrarmi sugli altri senza la fretta di mettere in pratica tutto su uno dei miei cani.

siberian_husky_black_charm_alexa_capra_dogs_inc_03

Osservo anche le persone: Alexa, gli istruttori del Dogs Inc, i partecipanti. Come si comportano, come si pongono, come interagiscono con i cani, chi sono. Quanto è importante per me la relazione tra persone! E immagino per un cane, che ha un linguaggio differente dal nostro ed è selezionato per nostra utilità quanto dev’essere impegnativo starci dietro a volte. E poi.. noi spesso pecchiamo di incoerenza!

siberian_husky_black_charm_alexa_capra_dogs_inc_04

Dopo il primo giorno mi considero arricchita e appagata e penso che mi basterebbe così. Il giorno successivo porto con me la mia fedele compagna Nikita che a casa sta cavando letteralmente la pelle a mamma e il resto dei lupi. “vieni con me Niki, almeno stiamo assieme”. Nikita è grata di questa designazione e non si fa ripetere l’invito: durante i momenti di seminario aspetta paziente  all’ombra del campo mentre le pause sono tutte per la nostra merenda da ripartire a pezzettini tra me e lei.

 

Tema di quest’oggi. Imparare a insegnare: quindi apprendimento, wow! Ci voleva analizzare anche questo universo… E’ una sfera che mi affascina e nella quale spesso trovo difficoltà. Lo “shaping” risulta difficile con qualche mio cane (anche se non impossibile), mentre lavorare in stimolo.. be.. porta a successo ma spesso non basta a me. Solo facendo attenzione alla lezione di oggi mi rendo conto, consapevolmente, che l’apprendimento non deve compiacere il mio ego di “huskista che ce la fa”, ma deve seguire la naturale predisposizione del cane con cui decido di lavorare. Penso ad Elettra e ai primi step di apprendimento in stimolo: ho chiaro il comportamento che vorrei esibisse? Mi rispondo di si. E’ in grado di farcela? Non lo so… ecco. La giornata è molto pratica e lascia molto spazio agli interrogativi. In base alla coppia che abbiamo di fronte, possiamo osservare, porci delle domande e pensare a strategie efficaci, per poi verificarle.

Il termine della giornata arriva davvero troppo presto, ma io ho un block notes pieno da rivedere e inoltre ho anche fatto un sacco di fotine che mi aiuteranno a riflettere su bei momenti della giornata.

Devo ringraziare Stefano come sempre per l’opportunità che non mi nega mai e poi il Dogs Inc, Alexa e tutti i partecipanti che spero di rivedere a breve durante occasioni simili!

Marta

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*