Passione Agility… con un pizzico di “follia siberiana”

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Potrebbe essere il titolo di una nuova ricetta di cucina, ed invece è l’inizio della nostra avventura in Agility con la nostra Siberian Husky Maya. Questa disciplina sportiva consiste in un percorso in cui il cane deve superare degli ostacoli di varia difficoltà, entro un tempo fissato dal giudice a inizio gara.

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_01
“Lo sport era già nel mio destino”

Vista l’ormai nota poca predisposizione di questa razza per l’Agility Dog, inizialmente quasi tutti ci hanno preso un po’ per folli… Ma è un husky non vi ascolterà mai! È testardo, scappa, insegue le prede ma non voi! Non si lega, è indipendente… insomma chi più ne ha più ne metta. Sembrava una missione impossibile destinata a finire in breve tempo…in realtà non fu proprio così ma iniziamo dal principio…

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_03
“Maya”

Fin da piccola il suo migliore insegnante è stato Black (il ns. Pinscher che ora ha 10 anni).  Lei lo seguiva e per imitazione aveva imparato a saltare i primi hop ed a entrare nei tubi, per di più ogni volta che completava un esercizio riceveva tanti premietti gustosi.

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_04
“Riepilogando se io li seguo… salto…entro nel tubo loro mi fanno tante coccole e mangio? Sììì! Allora Agility mi piace! Però aspetta vedo qualcosa di più interessante proprio lì… aspetta che vado a vedere cos’è!” A parte gli scherzi i

l lavoro fatto insieme a Maya è stato tanto, fare Agility non è solo saltare qualche ostacolo, ci deve essere sintonia, fiducia, pazienza e bisogna creare insieme quell’empatia che ti fa capire che sei un’unica cosa. Si corre insieme, si sbaglia, si vince ma soprattutto come per qualsiasi sport o attività che si pratichi con il proprio cane ci si deve sempre divertire.

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_06
“Amedeo & Maya”

Con questi presupposti e grazie ai preziosi consigli di Valeria abbiamo iniziato a praticare Agility anche a livello agonistico. Io conducevo Black e Amedeo (mio marito) Maya ed ovviamente ad ogni gara tutti gli occhi erano sempre puntati su di loro per vedere cosa avrebbe combinato “quello con la lupa”.

“In effetti il primo anno di gara è stato abbastanza alternativo"
“In effetti il primo anno di gara è stato abbastanza alternativo”

Finché ci si allena nel proprio campo il cane si abitua a quello che lo circonda: odori, persone, cani che si conoscono. Quando invece si va in gara le cose cambiano, tutto è diverso, più stimoli, più distrazioni e soprattutto si respira un’altra energia. Anche noi siamo più tesi, agitati, ansiosi e questo il cane lo percepisce.

Lei sentiva la tensione e la paura che Amedeo aveva, il pensiero che una volta “libera” scappasse era sempre presente. Così quando entrava in campo di gara, dopo due ostacoli Maya partiva e andava a salutare il giudice, una bella giravolta su se stessa e voilà, ELIMINATI! Poi come se nulla fosse, ritornava e completava il giro in modo perfetto.

 

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_08
“A volte si pensa che tutto dipenda dal cane, ma la maggior parte delle volte siamo noi che sbagliamo a capire e a comunicare con loro.”

Senza arrenderci abbiamo allora lavorato proprio sulle nostre ansie, sul nostro autocontrollo, far capire a Maya che anche se era in gara noi ci fidavamo di lei e che alla fine comunque andava c’erano sempre tante coccole e i suoi amati premietti. Piano piano i risultati non si sono fatti attendere (risultati a fondo pagina).

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_09
“Amedeo & Maya”

Oggi, dopo il periodo di fermo dovuto alla sua maternità, abbiamo ripreso gli allenamenti, rispettando i suoi tempi di recupero fisici e psicologici, preparandoci a continuare la nostra avventura in Agility cercando di raggiungere nuovi risultati sempre divertendoci insieme.

Nel frattempo zio Black insegna alla piccola Dea (come fece con mamma) i trucchi per imparare a fare questo gioco…

siberian_husky_black_charm_agility_amelia_amedeo_maya_10
“Hop e il biscottino è tuo!”

E’ una bellissima “follia” fare Agility con un Siberian Husky e vi consigliamo di provarci almeno una volta. Potrebbero stupirvi con effetti “speciali”.

Amelia e Amedeo

Black – Maya – Dea

RISULTATI

  • Nell’anno 2013 partecipa al campionato master di Agility e si qualifica per la finale di campionato.

GARE AGILITY CSEN

  • Sempre nel 2013 partecipa al campionato nazionale CSEN Junior 650 ed ottiene un terzo posto in campionato regione nord/ovest, si qualifica alla finale di campionato nazionale italiano a Modena e Roma. Partecipa alle finali, a Modena ottiene un secondo posto in Jumping 650 junior e termina nella classica pentathlon al 16°posto su 42 binomi.
  • Nel 2014 partecipa al campionato CSEN Junior 650 e si qualifica alla finale di campionato nazionale al 6° posto su 72 binomi regione nord/ovest. Partecipa alle finali a Modena e Roma chiudendo tutti i giri e ottenendo un 12° posto in biathlon, un 13° posto in pentathlon, un 12° posto nella classifica hall of a fame su 62 binomi.

 GARE AGILITY ENCI

  • Dal maggio 2013 al 2015 partecipando alle varie gare conquista 31 podi e arriva in secondo brevetto e ora dopo un periodo di pausa speriamo di conquistare anche la terza firma che ci permetterà di arrivare in terzo brevetto.

 

Salva

Salva

Salva

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*